Skip to content

I capricci di Cupido

7 marzo 2010

Centrato...

Cupido che scocca le frecce dal suo arco colpisce, quando vuole, anche un po’ a caso: perché in realtà è un bimbo dispettoso…   

Il balletto Amors og Balletmesterens Luner (I capricci di Cupido e del maestro di ballo) di Vincenzo Galeotti su musica di Jeus Lolle è stato rappresentato per la prima volta in Danimarca nel 1786, agli albori della storia del balletto moderno nonché della fortuna del Balletto danese. Attingendo sia al patrimonio delle danze popolari scandinave che alla comicità della Commedia dell’arte italiana, questo lavoro coreografico di matrice buffa racconta una vicenda in cui Cupido si diverte a mescolare le coppie che lui stesso deve unire in matrimonio. Accomunati dalla nazionalità (tirolesi, danesi, norvegesi…), ma anche da altre salienti caratteristiche (i “quaccheri” e i “vecchi”), dopo un confusionario e buffo gioco di scambi, i componenti delle coppie si ritrovano appaiati al partner sbagliato,  ricongiungendosi solo  in occasione del matrimonio per l’immancabile lieto fine. Matrimonio che avviene appunto come si deve, ossia nel quale la norvegese sta col norvegese, il vecchio con la vecchia, e via dicendo. (L’importante è che alla fine tutto ritorni in ordine, secondo i canoni enciclopedici e moralistici dell’epoca –

 – e così sia).      

Prodotto in versione integrale nel 2006 dall’Accademia Nazionale di Danza sotto l’egida del rigidissimo Teatro Reale danese, che cura l’eredità di tutto il patrimonio dei  balletti danesiI capricci di Cupido è stato riproposto in versione ridotta sabato 6 marzo al Teatro Ruskaja dell’Accademia,  in occasione della rassegna Danza con me. Al pianoforte la sottoscritta.     

 Qui trovate un ulteriore notevole approfondimento sul Balletto Reale Danese.

 

Annunci
5 commenti leave one →
  1. arte64 permalink
    7 marzo 2010 21:17

    Ma che divertente!
    Mi piacerebbe molto vederlo.

    • taniapallabazzer permalink*
      8 marzo 2010 19:55

      Sì! E’ buffo e curioso ancora oggi, nonostante gli oltre duecento anni di età! Al teatro reale danese ce l’hanno in repertorio…tu potresti anche farci un salto!!!
      Ciao Arte!

      • arte64 permalink
        9 marzo 2010 20:16

        Sai che infatti ci ho pensato?

  2. 14 febbraio 2011 21:22

    E così Cupido colpisce ancora!

    Bel post!!

    Spero avrai modo di ricambiare la visita sul nostro blog (Vongole & Merluzzi) dove si intrecciano due tematiche che di rado si sfiorano: una suqillo per bene e San Valentino…

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/02/14/post-di-una-squillo-per-bene/

    • taniapallabazzer permalink*
      15 febbraio 2011 09:55

      Grazie della visita e dei complimenti, Lordbad!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: