Skip to content

Cullarsi

14 dicembre 2010
tags: ,

L’acqua del nostro lago è calma e pura, vedi come si galleggia, qui? Corri a prendere una di quelle biglie colorate. Bolle, biglie, bulbi, perle, uova,  sono forme adattissime a qualunque superficie perché si cullano da sole. Perciò la cosa migliore da fare è trovare un guscio e ficcarcisi dentro e lasciarsi cullare. E non dirmi che dall’interno di un guscio alla fine il mondo  suona come ovattato…non senti il fruscìo dei petali e delle ali, il carezzare degli steli, il cigolìo che fanno sfere e bolle l’una contro l’altra? Non senti il becchettare e cantare degli uccelli? Se non lo senti, è perché è un suono sommesso, e tintinna così uguale e perfetto, che neppure te ne accorgi.

 

 

Annunci
4 commenti leave one →
  1. arte64 permalink
    16 dicembre 2010 21:55

    Non so chi abbia scritto questo testo ma mi piace moltissimo.

    • taniapallabazzer permalink*
      16 dicembre 2010 22:48

      …grazie…è farina del mio sacco, come si diceva alle elementari…Grazie Arte.

  2. arte64 permalink
    19 dicembre 2010 20:28

    Chapeau! (avevo scritto urca, ma chapeau ti si addice di più)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: