Skip to content

Ritratto

23 gennaio 2010

Voce baritonale ben impostata, sguardo vivissimo, carisma, signorilità, capacità di intrattenere con battute gustose –  di un’ironia controllata, finalizzata, elegante. Molto sicuro di sé, abile nel mascherare la minima insicurezza, non mostra  alcuna volontà di prevaricazione, nessuna facile presunzione: manifesta soltanto l’abitudine a trovarsi a favore di sguardi nel mezzo di una platea e a veder riconosciuto il proprio merito. Trasmette quindi la necessità di sentirsi al centro dell’attenzione tipica di ogni uomo dello spettacolo,  ma senza attitudini da generico teatrante: perché è un notevolissimo danzatore con la vocazione del teatro; un volto magnetico da attore, su un fisico da ballerino.

L’ho incontrato soltanto in un’occasione, perciò posso spingermi tutt’al più ad immaginare qualche suo limite: la tendenza – peraltro comune nel suo ambiente –  alla competitività,  a cercare confronti testa a testa con altre celebrità della danza; l’indole narcisistica. Sono imperfezioni, tuttavia, che riesce a velare grazie alla nobiltà d’animo, ad una naturale predisposizione alla temperanza, direi, applicata in modo brillante – ma anche in seguito ad un non comune lavoro di cesello su di sé: che è la qualità che gli invidio maggiormente. Per dire che seppur qualche lieve insicurezza trapelava al mio occhio di acuta osservatrice seduta al pianoforte, era magnificamente e sapientemente occultata, con la maestria dell’intelligente interlocutore.

 

 

Sito ufficiale di Raffaele Paganini

 

 

 

Annunci
6 commenti leave one →
  1. monicavannucchi permalink
    25 gennaio 2010 13:07

    Brava, bell’idea quella dei ritratti, quasi quasi te la scopiazzo!!! Va be’, scherzi a parte, mica hai visto lo spettacolo della Compagnia? Se sì, urge comunicare privatamente…monica

    • taniapallabazzer permalink*
      25 gennaio 2010 20:58

      …visto…sto giusto riflettendo intorno a una “recensioncina”… ma non ho ancora definito le dosi per l’estratto di violetta del pensiero e per il vetriolo… Cara Monica, se non hai occasione di passare in Accademia, puoi scrivermi all’indirizzo email che ho nei contatti; anche solo mandandomi il tuo. A presto…

      • monicavannucchi permalink
        26 gennaio 2010 12:59

        Io l’avrei scritta la “recinzione” ma sto riflettendo… se pubblicare o no , puoi capire perchè!! Confrontarci mica sarebbe male! adesso ti mando la mia mail se no passa troppo tempo. Ciao, moni

      • taniapallabazzer permalink*
        26 gennaio 2010 22:41

        Sì, capisco anche se, nel mio caso, la consapevolezza di offrire un’opinione non proprio da esperta mi mette forse al sicuro – perché suppongo che quello che scrivo non possa mai produrre grandi conseguenze (le ultime parole…condannata ad accompagnare il primo corso ad aeternum…!)…comunque ti scrivo in privato! Ciao!

  2. arte64 permalink
    25 gennaio 2010 14:26

    Eeeh, se non son Narcisi, lì non ci arrivano!
    Comunque, questo mi sembra temperato dalla sua temperanza, anzi ben temperato!
    😉

    • taniapallabazzer permalink*
      25 gennaio 2010 21:05

      …temperato o piuttosto temprato? Direi … levigato. Ohibò! Ma è il lavoro alla sbarra, eh.

      Uff … le faccine io non le so fare!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: