Skip to content

Delikatessen – I

5 giugno 2012

C’era la frittata di pasta. Povera e principesca, densa, salata il giusto un po’ di più sulla crosticina, l’adoravo…compagna dei viaggi in treno verso Napoli, scompartimento cuccette di seconda classe, lenzuola finte, non si dorme, ma c’è lei, la frittata di pasta. La mattina dopo c’era il latrato di Pucci ad accoglierci (fin dall’ultimo piano, mentre salivamo l’elegante scalinata), e in cucina il latte caldo con i biscotti (non è che il latte caldo fosse la mia bevanda preferita, ma i biscotti mi piacevano).

Che altro, in un’ipotetica selezione capitanata dalla mitica frittata di pasta?

Da mio padre la minestra di riso con la panna, le pizze (base comprata fresca), la coppetta “dei campioni” (di una marca ignota, molto più buona di quelle dei bar)

Della cucina di mia madre invece amavo specialmente la polenta con il latte, la focaccia ripiena di prosciutto cotto…la…pasta(calda) con il latte (freddo)… (ebbene sì, questo è il lato milanese)

Mia nonna materna (che cucinare non amava) ci proponeva un risicato menù, del tutto privo di frutta e verdura ma anche di qualunque escursione gastronomica fantasiosa, che trovavamo buono senza riserve: la pasta con il pomodoro concentrato, i sofficini, ancora il prosciutto cotto…e a merenda il pane con burro e zucchero, un classico

(…Delikatessen infanzia anni ’70)

§

Annunci
7 commenti leave one →
  1. 5 giugno 2012 17:41

    Sì, la frittata di pasta. Faceva parte di quell’età che Pasolini chiamava ‘l’età del pane’. Sono, siamo stati fortunati ad averla vissuta, Un’età nella quale a nessun bambino o bambina veniva in mente di dire “questo non mi piace” o “questo mi piace”. Si mangiava quello che c’era. Si mangiava tutto. Adesso è il tutto che sta mangiando noi.

    • pioggiadinote permalink*
      6 giugno 2012 20:02

      Certo. Però siamo sempre in tempo per trasmettere quello in cui crediamo – e per educare in questo senso.

  2. arte64 permalink
    7 giugno 2012 20:23

    Bellissimo questo post! Posso copiare il format?

    • pioggiadinote permalink*
      8 giugno 2012 14:15

      Ma certo…magari avrai anche modo di svilupparlo meglio di quanto non abbia fatto io…!

  3. monicavannucchi permalink
    13 giugno 2012 14:45

    Ehi, ma io la frittata di maccheroni ( qualunque sia il formato si chiama sempre così !) la faccio sempre, è un classico di casa, si riciclano gli avanzi, si fa per portarla in spiaggia e in barca, si mette persino del panino dei figli… ah e la frittata di scammaro la conosci? kiss, m.

    • pioggiadinote permalink*
      13 giugno 2012 21:55

      Il panino di frittata di …pasta mi mancava…! gulp… Eh, ma son cresciuti bene!
      Ignoro che cosa sia lo scammaro… Che cos’è?

      Però queste specialità sono molto partenopee…quindi per te d’importazione! o sbaglio?

  4. monicavannucchi permalink
    17 giugno 2012 22:07

    no, infatti non sbagli 🙂 uno di questi giorni ti dico dello scammaro… una cosa povera e buonissima. bacio, m.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: